Un multisala

Senza cinema non riesce, dovrebbe accontentarsi della vita.

E’ l’unica compagnia che si può permettere in giro per il mondo, con il cinema le capita di sentirsi nuda, si emoziona.

Decide spesso di rifugiarsi nel cinema. Il cinema come sublimazione della solitudine. Vivere senza cinema non è bello, ci si deve accontentare della vita.

Poi finisce all’interno di un multisala.

Non sopporta di dover prenotare un posto e quindi doversi sedere dove vogliono loro. Non sopporta quei lager di cemento armato e popcorn, sempre le stesse proiezioni, visioni uniche, veicolo di imbarbarimento e profonda ignoranza di ritorno.

Il segno dei tempi. Tempi del pensiero unico.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...